Il convento di San Francesco a Policastro Bussentino

Il convento di San Francesco a Policastro Bussentino

Posted by: Tenuta Terre di Bosco
Category: Arte e Cultura Territorio Cilento
convento di san francesco evidenza

Il convento di San Francesco è il fiore all’occhiello di Policastro Bussentino, la maggiore frazione di Santa Marina.

Parliamo di una delle località turistiche balneari più frequentate del Cilento.

È a breve distanza dalla nostra tenuta, meno di 7 chilometri.

Ma al di là della bellezza del mare e delle spiagge, Policastro da qualche tempo offre ai visitatori l’opportunità di ammirare un’opera di grande importanza.

Riaperto al pubblico dopo due secoli di abbandono

Il Convento di San Francesco è stato riaperto al pubblico nel 2016.

Per renderlo nuovamente fruibile è stato fatto un lavoro notevole. La struttura era orami ridotta a un cumulo di macerie.

Per oltre due secoli era rimasta nascosta tra i rovi.

Oggi, invece, questo capolavoro di arte gotica è tornato ai vecchi splendori grazie a un’eccellente opera di restauro.

I lavori hanno permesso di recuperare il cenobio, oltre che di ottimizzare gli spazi interni ed esterni.

Non a caso questa è diventata una location che ospita convegni, mostre, eventi e cerimonie di vario genere.

Il convento di San Francesco risale al XIII secolo.

L’edificio è caratterizzato dallo stile gotico, con rosoni e interessanti finiture di pregio.

convento di san francesco affresco

L’affresco della scuola di Giotto nel convento di San Francesco

Molte pitture sono andate perse. Ma un affresco – attribuito alla scuola giottesca – è stato in parte salvato e recuperato.

È presente nell’antica cappella e raffigura l’effigie di San Francesco.

Anche il Santo di Assisi, secondo la leggenda, avrebbe soggiornato in questa struttura.

Certo è che è stato un importante punto di riferimento per questa area.

Nel XVI secolo fu in larga parte distrutto dai pirati. Ma fu subito ricostruito.

Fu utilizzato fino al XIX secolo, salvo poi venire abbandonato fino alla recente riscoperta e recupero.

convento di san francesco interno

Cosa vedere e fare a Policastro e dintorni

La presenza del Convento di San Francesco testimonia anche l’importanza storica e strategica di Policastro.

Fu infatti fondata da coloni greci sul sponde del fiume Bussento.

Le prime notizie di Pyxous risalgono al 471 a.C. I Romani le cambiarono nome (Buxetum).

Mentre l’attuale toponimo è riconducibile alla dominazione bizantina.

Oltre al convento di San Francesco, a Policastro merita una visita anche la cattedrale, risalente sempre al XIII secolo.

Visibile anche la cinta muraria, a conferma dell’importanza strategica di questa località.

Oltre al mare e alla possibilità di fare escursioni, il Cilento popone ai suoi visitatori autentici tesori di grande interesse storico-archeologico.

I Templi di Paestum e la Certosa di Padula sono le realtà più note, certo.

Ma anche il resto del territorio offre autentiche perle. Tutte da scoprire.

Come per l’appunto il Convento di San Francesco, letteralmente risorto dopo secoli di abbandono.

convento di san francesco 2